Lunedì, Novembre 20, 2017
A- A A+

Cerca

“Correva la stagione..” Viaggio nel tempo per rivivere ogni lunedì le stagioni più importanti della storia del Grifo.

Pitorri100717Stagione 1995/96 il Grifo torna in serie A. L'inizio non è rose e fiori, come invece l'epilogo finale può far pensare. In panchina al posto del non confermato Mauro Viviani c'è Walter Alfredo Novellino.

Per Monzon si tratta di un ritorno dopo la sfortunata esperienza del 1992/93. La squadra non è rivoluzionata, anzi mantiene l'ossatura delle precedenti stagioni-, con pedine fondamentali in ottica di rafforzamento. Partiti Ferrante destinazione Parma, Lucarelli e Gioacchini direzione Cosenza, salutato il grande Matteoli per fine carriera, arrivano da Lecce il centrocampista Notaristefano come vice-Giunti e la punta mancina Baldieri, da Trapani ecco Salvatore Tedesco e un giovanissimo Marco Materazzi, di cui si sentirà parlare quasi subito.

Da Gualdo Novellino chiama Claudio Lombardo per schierare la difesa a zona, da Cosenza arriva Marco Negri attaccante di peso, pronto a garantire profondità alle azioni. Nelle prime tre giornate il Perugia colleziona soltanto due punti, frutto del pareggio maturato all'esordio contro il neoretrocesso Foggia del nuovo "profeta" Delio Rossi e dello 0-0 di Reggio Emilia alla terza giornata. A Bologna è un'autorete di Lombardo a condannare il Grifo alla prima sconfitta della stagione. Una classifica che spegne l'entusiasmo dei più. Episodi contrari contro il Foggia, ma contro la Reggiana la Dea bendata aiuta ad uscire indenne dopo una prestazione mediocre. Quarta giornata, scontro tra grifoni, quello perugino e quello genoano. Bellissima la distinzione tra i due grifoni fatta da Lanfranco Ponziani nel suo libro "La squadra dei miracoli". Ponziani scrive: "Nel calcio italiano ci sono due grifoni: quello genoano e quello perugino. Entrambi sono naturalmente vispi, distinti, rispettati. Ma quello del Perugia si picca di avere sul rivale il vantaggio derivante da una peculiare caratteristica all'altro mancante. La caratteristica, diciamo, della sessualità. Il Grifone perugino è infatti non solo rampante, ma anche dotato di attributi virili. Quello genoano, ahimè no. In araldica, la pudicizia ligure aveva evidentemente diversi criteri..."

La partita finisce con uno spettacolare 2-2. Al vantaggio genoano realizzato da Van't Schip, segue la doppietta di Federico Giunti (32′ e al '40 primo tempo). Dell'aeroplanino Montella il gol del definitivo 2-2 al 7′ della ripresa. È solo il principio della stagione eppure la panchina di Novellino comincia a scricchiolare. La trasferta di Cesena potrebbe risultare decisiva... e nei giorni precedenti ne succedono di fatti, aneddoti mai confermati, che riferiscono di fratture all'interno dello spogliatoio. Novellino animato da spirito di rivincita prova a scuotere la vecchia guardia, ma i tentativi non vanno a buon fine anche perché l'entourage di Gaucci è deluso da Monzon ed è più comprensivo verso i mugugni della squadra. La stagione del Perugia sembra complicata sin dal principio...

Raffaele Garinella – TifoGrifo.com

Si ringrazia l'artista Marcello Pitorri per la disponibilità nel concedere la pubblicazione della vignetta

Articoli correlati

Scritto il 01/01/2016 da redazione
arte-claudio-montecucco-quando-gli-scatti-si-trasformano-in-sublime-poesia  Arte, Claudio Montecucco, quando gli scatti si trasformano in sublime poesia Intervista all'artista Claudio Montecucco  
Scritto il 18/10/2015 da redazione
presentazione-del-libro-di-salvatore-pezzella-l-alimentazione-in-umbria-attraverso-i-secoli-intervistaPresentazione del libro di Salvatore Pezzella “L’alimentazione in Umbria attraverso i secoli”Intervista al prof. Salvatore Pezzella
Scritto il 02/09/2015 da redazione
la-caduceo-racconta-l-onaosi-intervista-al-curatore-giuseppe-marino-nardelliLa "Caduceo" racconta l'Onaosi. Intervista al curatore Giuseppe Marino Nardelli Intervista al curatore Giuseppe Marino Nardelli

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie..

  
EU Cookie Directive Module Information